Comunicazione all’INAIL degli infortuni a fini statistici: un passo indietro

Uno dei nuovi obblighi introdotti dal D.Lgs. 81/2008 è contenuto nell’articolo 18 comma 1 lettera r):

Articolo 18 – Obblighi del datore di lavoro e del dirigente

1. Il datore di lavoro, che esercita le attività di cui all’articolo 3, e i dirigenti, che organizzano e dirigono le stesse attività secondo le attribuzioni e competenze ad essi conferite, devono: […]
r) comunicare all’INAIL, o all’IPSEMA, in relazione alle rispettive competenze, a fini statistici e informativi, i dati relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento e, a fini assicurativi, le informazioni relative agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni; […]

La mancata comunicazione è punita dall’articolo 55 comma 4. lettera r)
Articolo 55 – Sanzioni per il datore di lavoro e il dirigente
4. Il datore di lavoro e il dirigente sono puniti:
l) con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 3.000 euro per la violazione dell’articolo 18, comma 1, lett. r), con riferimento agli infortuni superiori ad un giorno;

L’INAIL aveva solertemente messo a disposizione sul proprio sito un modulo per la comunicazione degli infortuni a fini statistici-informativi indicando che tale modulo andava inviato a mezzo fax o per posta ordinaria alla sede INAIL competente. L’INAIL ricordava inoltre che la procedura di denuncia a fini assicurativi rimaneva immutata. (comunicazione del 15 maggio prot. 4125).

A dare un fermo all’iniziativa, una nota del Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale (prot. 26/SEGR/0006587 del 21 maggio 2008 avente oggetto : “articolo 18, comma 1, lettera r, decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 – obbligo di comunicazione dei dati relativi agli infortuni sul lavoro; prime indicazioni operative”. La nota evidenzia quanto la comunicazione a fini statistici sia collegata alla costituzione del Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro (SINP) previsto dall’art. 8 del D.Lgs. 81/2008 “le cui regole di funzionamento verranno definite tramite un decreto interministeriale da adottarsi entro 180 giorni dalla entrata in vigore del medesimo decreto legislativo” e conclude che solo dopo la nascita del SINP potrà essere definita la comunicazione dei dati.

L’INAIL ha quindi dovuto fare marcia indietro con la comunicazione Prot. 60002.23/05/2008.0004404 del 22 maggio 2008. La comunicazione degli infortuni a fini statistici-informativi non è quindi al momento operativa.

Questa voce è stata pubblicata in 2008, Sicurezza sul lavoro e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento