Avete visto il film documentario HOME?

Immagini impressionanti raccontano come in solo 200.000 anni la presenza dell’uomo ha sconvolto l’equilibrio della vita sul pianeta Terra, un miracolo del cosmo iniziato quasi 4.000 milioni di anni fa.

Gli scienziati dicono che l’umanità ha 10 anni per cambiare il proprio stile di vita per evitare l’esaurimento delle risorse naturali ed il catastrofico cambiamento climatico del pianeta.

HOME è un film documentario no-profit diretto Yann Arthus – Bertrand, prodotto dal gruppo PPR e distribuito da EuropaCorp a partire dal 5 giugno 2009 in oltre 50 paesi del mondo in ogni formato (cinema, TV, DVD e Internet) per lanciare un messaggio di mobilitazione ad ogni essere umano per salvaguardare il proprio habitat.

La condivisione e diffusione è libera
Il progetto Home 2009, firmato dal fotografo Yann Arthus-Bertrand è stato messo a disposizione di chiunque lo voglia vedere direttamente su un canale dedicato di Youtube.

Home è stato realizzato per la ricorrenza dell’Earth Day 2009 ed è disponibile in inglese, francese, spagnolo e tedesco. Non lasciatevi intimorire dall’assenza dell’italiano perché si tratta di un documentario dalle immagini che parlano da sole, di una bellezza straordinaria.

Clicca qui per vedere il film, in altà qualità (in inglese)

QUALCHE INFORMAZIONI IN PIU’

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, il 5 giugno 2009, è stato presentato contemporaneamente in più di 100 stati del mondo, un grande film dedicato al pianeta Terra.

Il film Home La nostra Terra è stato girato da Yann Arthus-Bertrand e co-prodotto da Elzévir Films e EuropaCorp, compagnia di Luc Besson.
Yann Arthus-Bertrand è un fotografo, giornalista e ambientalista francese, diventato famoso grazie a La Terre vue du Ciel un ritratto fotografico composto da fotografie aeree del nostro pianeta.
La sua passione per la fotografia naturalista ha inizio in Africa, durante un lungo soggiorno nel Masai Mara. Si innamora della fotografia aerea, di cui scopre ed esplora tutte le potenzialità arrivando a fondare Altitude, la prima agenzia specializzata in fotografia aerea nel mondo.
Dal 2007 ha iniziato, in collaborazione con Luc Besson, le riprese dello straordinario lungometraggio che verrà presentato contemporaneamente in più di 100 stati del mondo in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, a testimonianza di un rinnovato impegno globale per la salvaguardia del pianeta. Il film vuole essere una fotografia dello stato di salute della Terra e dei problemi cui l’umanità deve fare fronte.

Il film è composto da immagini aeree filmate in più di cinquanta paesi del mondo. Una voce fuori campo commenta il filmato, mostrando i grandi cambiamenti ambientali e sociali che la Terra sta subendo. Un progetto ambizioso e di grande impatto, che rende ancora una volta possibile scoprire la meraviglia di un pianeta magnifico, sottolineandone al tempo stesso l’evidente fragilità.

Il film, che è stato prodotto senza fini di lucro, si pone come obiettivo quello di essere visto dal maggior numero di persone possibili.

Più di un semplice film questa produzione rappresenta un vero e proprio evento ambientalista in tutto il mondo, per il carattere simultaneo, gratuito e multipiattaforma che ne caratterizza la diffusione.

Accrescere il livello di consapevolezza sulla responsabilità di ogni individuo nei confronti del Pianeta è l’ambizioso progetto del regista e dei produttori. I guadagni verranno donati a Goodplanet.org, mentre le emissioni di gas serra, causate dai viaggi aerei e dalle ore impiegate negli scatti fotografici in elicottero verranno compensate attraverso il sostegno di progetti non inquinanti.

I MESSAGGI DI YANN ARTHUS-BERTRAND E LUC BESSON

“Questo film era un progetto che avevo in mente da 15 anni. Tutto ciò che ho visto e imparato mentre volavo sopra la Terra mi ha cambiato. Oggi voglio condividere tutto quello che ho acquisito. Questo film sarà eccezionale e intelligente ma, soprattutto, assolutamente costruttivo. Per farvi un esempio: la cosa importante non è che il 50% delle foreste sia scomparso, ma che il 50% ci sia ancora. Quello che è importante oggi è che siamo 6 bilioni di esseri intelligenti che possono agire. Attraverso la qualità delle immagini e dei suoi contenuti, questo film permetterà alle persone di capire che TUTTI abbiamo delle responsabilità e che tutti possiamo agire nel nostro piccolo. Come disse il mio amico Albert Jacquard “essere coscienti che il domani è in arrivo e che ognuno può avere un effetto su di esso è specifico dell’Uomo”.
Yann Arthus-Bertrand

“Sono sempre stato un amante del Pianeta, e più volte ho provato a mostrare alle persone i suoi aspetti più belli attraverso i miei film, Le Grand Bleu, Atlantis e Arthur and the Minimoys. È stato quindi naturale per me unirmi a Yann nella produzione di questo fantastico progetto.”
Luc Besson

HOME: CIFRE CHIAVE

Filmato in 54 paesi / 120 location.
733 video cassette registrate per un totale di 500 ore di filmati
217 giorni di scatti fotografici in 18 mesi.

Distribuito in almeno 87 paesi.
Tradotto in almeno 14 lingue.

In pochi decenni l’umanità ha modificato gli equilibri del pianeta, stabiliti attraverso quasi quattro miliardi di anni di evoluzione. Il prezzo da pagare è alto, ma è troppo tardi per poter essere pessimisti: l’umanità ha pochi anni per invertire la tendenza, ed è necessario, oggi, essere consapevoli della reale portata della spoliazione dei beni e della ricchezze della terra, è necessario cambiare le nostre abitudini di consumo.

Con questo film interamente ripreso dall’alto, attraverso la condivisione della meraviglia e della preoccupazione, Yann Arthus-Bertrand poggia la prima pietra di un nuovo edificio di comportamenti che insieme dobbiamo costruire.

Maggiori Informazioni QUI

Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, News e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento