Nuove linee guida per la videosorveglianza nei comuni


L’ANCI e il Garante per la privacy hanno presentato lo corso 10 novembre a Padova in occasione dell’Assemblea Nazionale ANCI le nuove Linee guida in materia di videosorveglianza. Tali linee guida costituiscono attuazione al provvedimento del Garante per la privacy del 8 aprile 2010 quale tutela della libertà e riservatezza dei cittadini quando vengono usati sistemi di videosorveglianza.

Vediamo più nel dettaglio le Linee guida appena emanate:
– l’adozione della videosorveglianza da parte del comune deve essere segnalata al cittadino con l’apposizione di cartelli e devono essere stabili limiti per la conservazione dei dati e per l’accesso alle immagini
– se la videosorveglianza viene utilizzata ai fini della sicurezza urbana, l’informativa viene alleggerita
– è ora solo consigliato un Regolamento sull’utilizzo e non è più obbligatorio l’atto di documentazione delle scelte come previsto nel precedente provvedimento del Garante del 2004 (l’ANCI ha inserito uno schema di Regolamento in allegato alle Linee Guida)
– vengono messe in guardia le Amministrazioni sull’illegalità dei sistemi di videosorveglianza dotati di audio
– vengono definite le modalità di utilizzo della videosorveglianza per l’abbandono dei rifiuti, per la rilevazione delle infrazioni al codice della strada
– vengono definite le modalità di utilizzo della videosorveglianza su mezzi pubblici e taxi
– infine le Linee Guida contengono una sezione di FAQ

» scarica le nuove Linee guida in materia di videosorveglianza nei comuni

Questa voce è stata pubblicata in 2010, Dossiers. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento