Rifiuti: le novità sul nuovo MUD 2014

Vista la ancora non piena operatività del SISTRI, il sistema di tracciamento telematico dei rifiuti, mediante il DPCM 12 Dicembre 2013 è stata definita la nuova modulistica MUD da utilizzare per la dichiarazione ambientale 2014. Entro il 30 Aprile 2014 dovrà infatti essere compilato ed inviato alla camera di commercio di competenza il MODELLO UNICO DICHIARAZIONE AMBIENTALE riferito all’anno 2013 e al primo trimestre 2014.

L’adempimento, riferito alla produzione, alla raccolta, al recupero, allo smaltimento, al commercio senza detenzione e all’intermediazione dei rifiuti coinvolge centinaia di migliaia di enti e imprese, comuni, oltre a tutti gli operatori del settore della gestione dei rifiuti che hanno già iniziato ad utilizzare il SISTRI dal 1 Ottobre 2013.

L’elenco dei soggetti obbligati alla “comunicazione rifiuti” coincide con i soggetti individuati dall’articolo 189 del D.Lgs. 152/2006 nella sua versione originaria “pre Sistri”:
– Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti
– Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione
– Aziende che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti
– Imprese agricole
- Produttori che hanno più di dieci dipendenti e  producono rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali
- Categorie di veicoli L2, M1, N1 e veicoli fuori uso

Il nuovo modello MUD si articola in varie comunicazioni che devono essere presentate dai soggetti obbligati relativamente a:
– Rifiuti;
– Veicoli fuori uso;
– Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE);
– Rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione;
– Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche;

Diverse sono le novità rispetto alla comunicazione effettuata lo scorso anno e tra queste si sottolinea l’obbligo di indicare lo stato fisico del rifiuti (solido pulverulento, solido non pulverulento, fangoso palabile, liquido, aeriforme) oltreché l’introduzione della scheda materiali.

ll Mud che dovrà essere presentato entro il prossimo 30 aprile 2014 alla Camera di commercio territorialmente competente potrà essere trasmesso in modalità telematica con la possibilità, per i piccoli produttori iniziali di rifiuti (non più di sette tipologie di rifiuti per unità locale, utilizzo fino a tre trasportatori e fino a tre destinatari finali), di optare per la “comunicazione semplificata” coincidente con la spedizione postale della modulistica in formato cartaceo. 

Questa voce è stata pubblicata in 2014, Ambiente, Ambiente e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento