Codice Europeo Rifiuti (CER): variazioni in vista dal 1 giugno

raccoon_trashCon il provvedimento 1357/2014 che entrerà in vigore il 1 Giugno 2015 vengono apportate modifiche al Catalogo Europeo dei Rifiuti che fornisce la classificazione dei tipi di rifiuti. Sulla base della decisione della Commissione 2014/955/Ue tali modifiche impattano quindi sulla classificazione mediante codice CER di tutti coloro che producono trasportano e gestiscono rifiuti.

Il regolamento contiene un nuovo elenco che tiene contro dei criteri di classificazione e della terminologia utilizzati nel regolamento CLP che disciplina la classificazione, l’etichettatura e l’imballaggio delle miscele e delle sostanze pericolose.

Tutti i produttori e detentori di rifiuti dovranno adeguare le descrizioni dei codici dei rifiuti identificati con il codice CER con i nuovi codici ai fini della corretta identificazione dei rifiuti necessaria, tra l’altro, per la denuncia annuale dei quantitativi prodotti e smaltiti MUD.

Le novità introdotte riguardano i seguenti nuovi codici CER:
– 01 03 10* – fanghi rossi derivanti dalla produzione di allumina contenenti sostanze pericolose, diversi da quelli di cui alla voce 01 03 07;
– 16 03 07* – mercurio metallico;
– 19 03 08* – mercurio parzialmente stabilizzato.

Inoltre, a seguito dell’aggiunta di questi nuovi codici, vengono modificate le descrizioni dei seguenti codici CER esistenti:
– 01 03 09 – fanghi rossi derivanti dalla produzione di allumina, diversi da quelli di cui alla voce 01 03 10 (prima era 01 03 07)
– 19 03 04* – rifiuti contrassegnati come pericolosi, parzialmente stabilizzati diversi da quelli di cui al punto 19 03 08 (prima la dicitura era “rifiuti contrassegnati come pericolosi, parzialmente stabilizzati”).

Questa voce è stata pubblicata in 2015, Ambiente e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento