La nuova versione delle norme UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001

nl_img_127In questi giorni è stata pubblicata l’edizione in lingua italiana delle norme UNI EN ISO 9001:2015 e UNI EN ISO 14001:2015.

La nuova versione di questi standard conferma quanto indicato nei rispettivi FDIS “Final Draft Intern​ational Standard”, caratterizzati da una struttura di 10 capitoli corrispondenti per entrambe le norme, con la finalità di facilitare l’integrazione non solo dei Sistemi Qualità e Ambiente, ma di tutti gli standard relativi ai sistemi di gestione:

– 1 Scopo e campo di applicazione
– 2 Riferimenti normativi
– 3 Termini e definizioni
– 4 Contesto dell’organizzazione
– 5 Leadership
– 6 Pianificazione
– 7 Supporto
– 8 Attività operative
– 9 Valutazione delle prestazioni
– 10 Miglioramento

L’approccio basato sul Ciclo di Deming (Plan – Pianificare / Do – Fare / Check – Verificare / Act – Agire) viene integrato con la logica del “Risk Based Thinking”.

Questo concetto introduce la necessità di individuare i fattori e le aree di debolezza che potrebbero compromettere il raggiungimento dei risultati attesi, al fine individuare le opportunità di miglioramento che consentono di ottenere e mantenere la soddisfazione dei propri clienti (in ambito ISO 9001), garantire l’efficienza ambientale (in ambito ISO 14001) o più in generale soddisfare tutti gli aspetti di Compliance.

Nella definizione dei rischi e delle conseguenti azioni per affrontarli e prevenirli deve essere considerata l’analisi del contesto in cui l’Organizzazione si trova ad operare e delle aspettative delle parti interessate. A questo proposito si richiama la norma UNI ISO 31000:2010 “Gestione del rischio – Principi e linee guida”.

Le altre principali novità riguardano in sintesi:
– maggiore enfasi sul ruolo dell’Alta Direzione e delle prime linee (“Leadership”) nella gestione del sistema
– modifiche alla terminologia: ad esempio i termini “documento” e “registrazione” sono sostituiti con “informazione documentata”
– maggiore flessibilità nell’impostazione del sistema documentale
– eliminato il riferimento alle azioni preventive, considerato lo stesso “risk-based thinking” uno strumento di prevenzione di rischi operativi e potenziali non conformità

Tempistiche di adeguamento
É previsto un periodo transitorio entro il quale le Organizzazioni possono continuare a certificarsi secondo le norme UNI EN ISO 9001:2008 e UNI EN ISO 14001:2004, con le seguenti scadenze per passare alle rispettive versioni 2015:
18 mesi dalla pubblicazione del nuovo standard per il rilascio di nuove certificazioni;
3 anni dalla pubblicazione del nuovo standard per tutte le Organizzazioni già certificate.

Questa voce è stata pubblicata in 2015, Qualità e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento