Abolizione del registro infortuni e rilascio del cruscotto infortuni

registroCon la circolare n. 92 del 23 dicembre 2015, l’INAIL si sofferma sulle recenti novità e semplificazioni in materia di lavoro, con particolare attenzione all’abolizione del registro infortuni.

In una logica di semplificazione degli adempimenti complessivi a carico del datore di lavoro, ha abolito l’obbligo della tenuta del registro infortuni, e dell’applicazione delle relative disposizioni sanzionatorie, a decorrere dal 23 dicembre 2015, pertanto, l’Istituto, al fine di offrire agli organi preposti all’attività di vigilanza uno strumento alternativo utile ad orientare l’azione ispettiva, ha realizzato un cruscotto nel quale sarà possibile consultare gli infortuni occorsi a partire dal 24 dicembre 2015 ai dipendenti prestatori d’opera e denunciati dal datore di lavoro all’INAIL.

Il cruscotto infortuni, è accessibile agli organi preposti all’attività di vigilanza nell’area dei servizi online del sito INAIL con l’inserimento delle credenziali e prevede per l’utente la competenza territoriale regionale, quale parametro per la ricerca dei dati infortunistici.

E’ possibile consultare il cruscotto infortuni per singolo soggetto infortunato tramite inserimento del codice fiscale e ottenere il relativo report.

L’Istituto, infine, rammenta agli utenti che per informazioni sull’utilizzo dei servizi online e approfondimenti normativi e procedurali è a disposizione il servizio “INAIL risponde” sul sito dell’Istituto oltre al contact center multicanale attraverso il numero verde gratuito da rete fissa 803.164 o il numero a pagamento 06/164.164 da rete mobile

Questa voce è stata pubblicata in 2016, Sicurezza sul lavoro e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento