Trattamento dei dati personali dei dipendenti effettuato attraverso la localizzazione di dispositivi smartphone

geoloc4Il Garante per la protezione dei dati personali, a seguito di richiesta di verifica preliminare, così come previsto ai sensi dell’articolo 17 del Codice Privacy, presentata da Wind Telecomunicazioni S.p.a. e avente ad oggetto il trattamento da effettuare attraverso l’attivazione di una funzionalità di localizzazione degli smartphone forniti in dotazione ai propri dipendenti, si è espresso riconoscendo l’ammissibilità della richiesta e la liceità del trattamento ma ponendo alcune importanti precisazioni.

Nella fattispecie esaminata Wind Telecomunicazioni S.p.a (di seguito la Società) ha chiesto al Garante di verificare se sia legittima l’installazione, sui dispositivi mobili (smartphone) dati in dotazione ai tecnici che operano sul territorio, di un’applicazione (ClickSoftware) che è in grado di interagire, attraverso l’applicazione ClickMobileTouch, con gli smartphone degli operatori.

Le finalità della Società consistono nel conseguire una migliore ottimizzazione del lavoro e nel supportare la gestione delle attività di emergenza attraverso la conoscenza della posizione dei tecnici.

La Società ha confermato che l’applicativo non consentirà in alcun modo il tracciamento, momento per momento, degli spostamenti del tecnico in quanto il dato rilevato è esclusivamente quello inviato dall’applicazione secondo la frequenza impostata dal sistema. Inoltre, l’applicazione non ha alcun tipo di interazione con le informazioni presenti sul dispositivo.

Il Garante, riconosciuta la liceità del trattamento dei dati di localizzazione e il rispetto dei principi di pertinenza e non eccedenza del trattamento, ha precisato che la Società dovrà adottare specifiche misure idonee a garantire che le informazioni presenti sul dispositivo mobile siano riferibili soltanto ai dati di geolocalizzazione e che sul dispositivo sia posizionata un’icona che indichi che la funzione di geolocalizzaizone è attiva.

Inoltre, la configurazione dell’applicazione dovrà essere tale da impedire il trattamento anche accidentale di dati ultronei (traffico telefonico, sms, posta elettronica etc.).

Il Garante ha infine previsto che ai dipendenti debba essere fornita adeguata informativa così come stabilito dall’articolo 13 del Codice.

Questa voce è stata pubblicata in 2017, Privacy e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento