Bando ISI 2017: più fondi a disposizione per la prevenzione aziendale

helmet-1000x940In data 20/12/2017 è stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale, l’ottava edizione del bando ISI, nella quale l’INAIL mette a disposizione dei fondi per le imprese che vogliono investire su progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I fondi saranno ripartiti su base regionale e assegnati fino ad esaurimento.

Quest’anno il fondo a disposizione ammonta a poco più di 249 milioni di euro, suddivisi in 5 assi di finanziamento a seconda della tipologia di investimento:
– 100 milioni di euro per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
– poco più 44 milioni di euro per progetti di riduzione del fattore di rischio di movimentazione manuale dei carichi;
– 60 milioni di euro per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
– 10 milioni di euro per progetti di micro e piccole imprese operanti nel settore della ceramica e del legno;
– 35 milioni di euro per progetti di micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria.

La novità principale rispetto ai bandi degli anni precedenti è l’introduzione di un quinto asse di finanziamento, dedicato appunto alle imprese che operano in agricoltura.
Inoltre, la platea dei destinatari si allarga maggiormente anche sull’asse di finanziamento dedicato alla riduzione del rischio dovuto alla movimentazione dei carichi. Infatti, oltre alle imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, il bando è aperto anche ai progetti presentati dagli enti del terzo settore, anche non iscritti al registro delle imprese ma censiti negli albi e nei registri nazionali, regionali e delle Province autonome.

La prima fase consiste nel presentare la domanda di accesso agli incentivi in modalità telematica; queste potranno essere inoltrate a partire dal 19 aprile fino alle ore 18.00 del 31 maggio 2018.
Le aziende interessate potranno inserire e salvare la propria domanda direttamente sul sito INAIL, nella sezione “accedi ai servizi online”, ed effettuare anche delle simulazioni per verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità. È necessario possedere le credenziali di accesso ai servizi online, ottenibili effettuando la registrazione sul portale dell’istituto almeno due giorni lavorativi prima della procedura informatica per la presentazione della domanda.

La seconda fase inizierà il 7 giugno 2018, nella quale le aziende che hanno raggiunto o superato la soglia di ammissibilità potranno accedere all’interno della procedura informatica e scaricare il proprio codice identificativo. Entro 14 giorni dall’ultimazione della fase di invio del codice identificativo, verranno pubblicati gli elenchi in ordine cronologico di tutte le domande presentate con in evidenza quelle in posizione utile per essere ammesse al finanziamento.
Infine, le imprese collocate in posizione utile avranno 30 giorni di tempo per presentare all’INAIL la documentazione indicata nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.

Anche quest’anno l’INAIL ha deciso di utilizzare i social network come strumento di propaganda, creando una campagna informativa chiamata #storiediprevenzione, dove vengono raccontate storie di imprenditori che attraverso i contributi INAIL sono riusciti ad investire nella sicurezza per le proprie aziende.

Per ulteriori informazioni, è disponibile, a partire dal primo gennaio 2018, il numero 06.6001, contattabile sia da rete fissa che da rete mobile secondo il piano tariffario del gestore telefonico di ciascun utente.

Questa voce è stata pubblicata in 2018, fondi, Sicurezza e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento